Home
Frutta e verdura di stagione: la dispensa di dicembre
Alimentazione

Frutta e verdura di stagione: la dispensa di dicembre

Gli alimenti invernali sono un tripudio di colori, vitamine e sali minerali che fanno bene al nostro organismo e ci donano un sacco di spunti per la creazione di ricette sfiziose, anche a Natale! Scopri tutti i dettagli.

Silvia Chiafele
Silvia Chiafele
Pubblicato il: 2/12/2021
4 min.

Mancano ormai poche settimane all’inizio ufficiale dell’inverno, ma tutto sembra già pronto per dare il benvenuto alla stagione più fredda dell’anno: le città si accendono di luci e festoni, la brina ricopre le superfici e quando si entra in casa si viene avvolti da un piacevole tepore. Quale momento migliore per pensare alle feste natalizie e ai piatti invernali da inserire nel menù di Natale? Vediamo quali sono le verdure e i frutti invernali che possiamo introdurre nella nostra dispensa di dicembre.

Mangiare a dicembre: frutta e verdura di stagione

Tra la frutta e la verdura di dicembre si presentano tante varietà indispensabili per la nostra salute, in grado di darci un valido aiuto per prevenire il raffreddore e gli altri malanni stagionali, grazie alla loro importante funzione terapeutica e immunitaria. Un’azione che può essere potenziata non solo con la dieta, ma anche con la giusta supplementazione, come quella assicurata dall’integratore per le difese immunitarie V / Defense. I suoi 7 ingredienti scientificamente selezionati mirano a rinforzare il sistema immunitario e a dare un apporto maggiore di fonti vitaminiche essenziali per le difese come la vitamina C, la vitamina B6 e la vitamina D.

Integratore alimentare V / Defense
V / Defense
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.8

Potenzia le tue Difese! Con il codice BLOG30 hai lo sconto del 30% sul primo acquisto, approfittane subito!

Scopriamo allora quale frutta e verdura di stagione mangiare per fare rifornimento di tutte le vitamine e i sali minerali essenziali per affrontare le prime gelate; ciò, ci permetterà di consumare solo prodotti freschi che si trovano in inverno, rispettando i cicli della natura e nello stesso tempo variando spesso la nostra dieta.

Frutta di dicembre

Nell’elenco della frutta invernale non possono mancare:

  • gli agrumi come arance, mandarini, limoni. Questi sono da sempre visti come un efficace scudo per le difese dell’organismo grazie alla presenza di vitamina C e vitamine del gruppo B che aiutano a stimolare la risposta immunitaria. Ma non solo! Gli agrumi invernali fanno bene anche perché contribuiscono a prevenire l’insorgere di disturbi cardiovascolari, sono ottimi antiossidanti per via della vitamina A e aiutano a combattere l’anemia, favorendo l’assimilazione del ferro.
  • i kiwi, spesso scambiati per agrumi, sono in verità dei frutti della stagione invernale, ugualmente provvisti di una massiccia quantità di vitamina C e ottime proprietà benefiche. I kiwi, ad esempio, favoriscono la regolarità intestinale grazie alla componente di fibre, l’attività cardiaca e la pressione arteriosa. Sono, poi, abbondanti di acqua e sali minerali come il potassio e magnesio, ricchi di benefici per l’organismo.
  • le melagrane, considerate da sempre un simbolo di abbondanza, fertilità e fortuna, le inseriamo anche tra la frutta natalizia più proficua per il nostro benessere! Il frutto di melograno è uno degli alimenti che combattono i radicali liberi, proprio come il kiwi; inoltre svolge un’importante azione antinfiammatoria e antibatterica, grazie alla presenza di vitamina C, vitamine del gruppo B e vitamina K.
  • i cachi (o kaki). Le loro proprietà nutrizionali si allacciano all’abbondanza di carotenoidi (vitamina A) e vitamina C, che rafforzano le difese immunitarie, favoriscono la ricrescita dei tessuti e delle mucose dopo un raffreddore. Sono per lo più costituiti da acqua, potassio e zuccheri e per questo andrebbero consumati con moderazione per chi segue una dieta dimagrante ipocalorica.
  • le castagne. Questi frutti invernali sono ricchi di fibre, vitamine del gruppo B, minerali (come ferro, potassio e magnesio) e acido folico, essenziale durante la gravidanza per la prevenzione di malformazioni del feto, oltre che nella sintesi di DNA, proteine ed emoglobina. Le castagne in inverno sono ottime anche in caso di anemia e senso di stanchezza.
  • le mele, altri esempi di frutta di dicembre ricchi di fibre come la pectina per dare regolarità all’intestino e abbassare il livello di colesterolo nel sangue, favoriscono il corretto funzionamento delle vie respiratorie e prevengono le malattie cardiache, grazie ai loro nutrienti (tra cui la vitamina B1, la vitamina B2, la vitamina PP, calcio, cloro e rame).
  • la frutta secca di dicembre, che include noci, mandorle e pistacchi, si piazza come regina indiscussa delle tavole di Natale e Capodanno, dove conclude le ampie abbuffate con le sue proprietà benefiche. Le noci, ad esempio, hanno una buona quantità di sostanze con azione antiossidante; le mandorle sono una fonte vitale di vitamina E, ma l’apporto è decisamente più elevato se non si toglie la cuticola; i pistacchi sono invece tra i più ricchi di fitosteroli, composti di origine vegetale che riducono i livelli ematici di colesterolo.
tavola di dicembre: centro di frutta

Verdura di dicembre

Oltre a tutti i frullati di frutta invernale e alle ricche macedonie di frutta fresca che si possono preparare per spezzare la fame, elenchiamo ora il calendario della verdura e degli ortaggi di dicembre, altrettanto ricco. Qui inseriamo:

  • la zucca, povera di calorie e abbondante di nutrienti che la rendono l’ideale ortaggio dall’azione diuretica e calmante. Lo sapevi che la sua polpa ha un potere lenitivo contro le infiammazioni della pelle grazie alla vitamina A?
  • gli spinaci pure sono alimenti ricchi di vitamina A, oltre che di acido folico, e contribuiscono a mantenere in buona salute il cuore e la vista e a tenere in equilibrio l’intestino. Il mito del ferro invece è parzialmente falso: le quantità non sono così elevate come ci ha insegnato Braccio di Ferro; però con qualche goccia di limone potresti guadagnarne di più, dato che la vitamina C contenuta nell’agrume aiuta il suo assorbimento.
  • i carciofi, ortaggi che proteggono il fegato, eliminano le tossine in eccesso e favoriscono la diuresi, sono anche ricchi di ferro e grazie al loro alto contenuto di fibre e di sostanze antiossidanti appaiono davvero sani per l’intero organismo, oltre che irresistibili per la loro classica nota amara.
  • i cardi, ortaggi della stagione invernale ipocalorici e dalle proprietà depurative. Spesso protagonisti dei cenoni, fanno molto bene per la presenza di vitamine del gruppo B e vitamina C, sali minerali e fibre. E visto che siamo in tempo di feste, è pure un buon bruciagrassi!
  • le lenticchie, legumi con un alto potere nutritivo, favoriscono la concentrazione e la memoria e sono di buon auspicio da mangiare ai cenoni! Esse sono adatte anche alla dieta per i celiaci e come naturale antiossidante! Per finire sono ricche di fosforo, di ferro, di vitamine del gruppo B.
  • le bietole, ortaggi di dicembre a volte ingiustamente tralasciati, in verità dagli esperti sono considerati un superfood dalle proprietà rinfrescanti e diuretiche. Hanno, infatti, un elevato valore nutrizionale e sono molto utili per eliminare le tossine presenti nell’organismo. Inoltre, favoriscono la salute della pelle e della vista, grazie alla presenza della vitamina A e della luteina.

Idee di ricette per Natale con frutta e verdura

La frutta e la verdura d’inverno si prestano molto bene a delle ricette sfiziose con cui stupire i tuoi ospiti al cenone o al tradizionale pranzo di Natale, offrendo loro non solo una proposta alternativa e raffinata, ma pure una salutare portata! Non assicuriamo però che non servirà ugualmente una tisana digestiva detox per riprendersi dopo le abbuffate!

Prendendo spunto dagli alimenti incontrati prima, possiamo ricavare davvero delle ricette invernali interessanti per le feste natalizie. Potremmo ad esempio comporre il menù di Natale in questo modo:

  • antipasto di sformato di spinaci e carciofi con l’aggiunta di un formaggio fondente, del parmigiano e della besciamella. Dopo aver tritato finemente le verdure e amalgamate con cubetti di formaggio e uova, concludi con una grattugiata di noce moscata e inforna a 180°.
  • primo piatto a base di zucca e un altro ingrediente a scelta: potresti optare per un'altra verdura, come il radicchio per creare l’abbinamento perfetto per un risotto; oppure per un po’ di speck con cui creare un’irresistibile lasagna a 4-5 strati. Il punto forte della ricetta è dare il giusto valore al sapore dolce della zucca, abbinandola a dei contrasti interessanti (come appunto l’amaro del radicchio o il salato dello speck).
  • secondo piatto di arrosto agli agrumi, perché diciamocelo, non ci si può dimenticare del pezzo grosso di Natale e delle feste in generale. Dopo aver fatto rosolare la carne, grattugia della scorza d’arancia e limone e poi continua a rosolare. Puoi anche pensare di frullare il resto degli agrumi per creare una salsa agro-dolce con cui far risaltare la cottura della carne.
Tacchino ripieno agli agrumi
  • contorno di cardi nel tegame per ricreare il classico contorno natalizio di verdure. Si realizza bollendo i cardi e infarinandoli; dopodiché, si prepara un soffritto con un po’ di aglio e olio da friggere; infine, si rompe un uovo, condendolo con sale e pepe e si lascia riposare un po’. In alternativa, si può scegliere un contorno preparato con dell’insalata leggera, per chi non vuole rinunciare alla dieta, ma impreziosita con i chicchi di melagrane e l’aggiunta intelligente di rucola, indivia, radicchio, mela e avocado.
  • dessert alle mele e pallina alla vaniglia. Se ci aggiungerai una spolverata di cannella, sarà un dolce che ti porterà con la mente fino ai mercatini di Natale, oltre che assicurarti un aiuto verso la riduzione dei livelli di zuccheri nel sangue. E se proprio non si riesce a fare a meno dei classici pandoro, panettone o tronchetto di Natale, rendili più creativi con una marmellata di castagne in aggiunta!
  • e per finire, una salutare scorpacciata di frutta! Ogni tipo di frutta invernale è buona per essere portata in tavola prima dei digestivi e del caffè o in alternativa come pratico ornamento con cui decorare la tavola prima di essere mangiata. Puoi optare per la frutta secca, da proporre mista e in piccole quantità, o la frutta fresca di dicembre, per rinfrescare dopo la gran mangiata. Se invece vuoi stupire i tuoi ospiti, non ti resta che puntare sulla frutta esotica di Natale, tra cui spiccano i fichi d’india e i datteri.

Sicuramente per smaltire un po’ il cibo delle feste sarà utile del movimento, che comunque è pure un’ottima regola per rafforzare le difese immunitarie e potenziare l’azione delle vitamine e dei sali minerali contenuti nella frutta e nella verdura di dicembre. Dopo aver messo in lista questi cibi invernali, non resta che scatenare la fantasia e sbizzarrirsi durante il menù delle feste!

Integratore alimentare V / Defense
V / Defense
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.8

Potenzia le tue Difese! Con il codice BLOG30 hai lo sconto del 30% sul primo acquisto, approfittane subito!

melograno: frutta di dicembre

Chi siamo? VitaVi!

Offriamo integratori alimentari e prodotti beauty per il tuo benessere fisico e mentale. Mettiamo la tua esperienza al centro e per questo siamo alla costante ricerca di soluzioni innovative per offrirti prodotti d’eccellenza, senza compromessi.

Scopri i prodotti

Articoli correlati

Prova i nostri integratori

torna su