mandarini: frutta di novembre
Home
Frutta e verdura di stagione: la dispensa di novembre

Frutta e verdura di stagione: la dispensa di novembre

Mangiare frutta e verdura di stagione fa bene al nostro organismo, riduce i costi e tutela l’ambiente. Ecco qual è la frutta e la verdura autunnale.

Redazione  VitaVi
Redazione VitaVi
Pubblicato il: 16/11/2021
6 min.

Mangiare frutta e verdura di stagione in passato era una necessità, oggi – che possiamo disporre di pomodori in inverno e broccoli in estate - è un consiglio alimentare da tener presente, utile per il nostro organismo e per la sostenibilità ambientale. Vediamo insieme quale frutta e verdura di stagione ci riserva l’autunno, in particolare nel mese di novembre.

Frutta e verdura autunnale: ecco cosa comprare a novembre

Siamo sicuri di essere in grado di riconoscere la frutta e la verdura di stagione? I supermercati ormai ci confondono e spesso non siamo consapevoli di ciò che acquistiamo. Per questo è importante tenere sotto controllo il calendario della verdura e della frutta di stagione e consultarlo quando non ci si sente sicuri di cosa sia bene mettere a tavola.

In generale, la verdura di stagione in autunno è composta da barbabietola, bietole, broccoli, carote, cicoria, cavoli, patate, rape, finocchi, lattughe, cipolle, spinaci, topinambur, zucca.

Tra la frutta abbiamo cachi, castagne, mandarini, mele, melograno, kiwi, uva.

Infine, tra le erbe e i fiori troviamo il finocchio, l’angelica, la viola mammola, lo zafferano e il sambuco.

Vediamo ora nel dettaglio la lista di frutta e verdura per il mese di novembre, che ovviamente sarà sovrapponibile a quella della stagione autunnale, con qualche variazione dovuta alla verdura e alla frutta di ottobre e dicembre:

VERDURA di novembre

AGLIO, BARBABIETOLA, BIETOLA, BROCCOLI, CARCIOFO, CAROTE, CAVOLI, FINOCCHI, INSALATA, PATATA, PORRO, RADICCHIO, RAPE, SEDANO, SPINACI, TOPINAMBUR E ZUCCA.

FRUTTA di novembre

ARANCE, CACHI, CASTAGNE, CLEMENTINE, KIWI, LIMONE, MANDARINO, MELA, MELOGRANO, PERA, POMPELMO, UVA

A ottobre, invece, abbiamo in più anche lampone, ravanelli, melanzane e peperoni che sono di fine stagione.

Le proprietà di alcuni frutti e verdure per la dieta di novembre

Quali sono le proprietà della frutta e della verdura di novembre e dell’autunno? Vediamone alcune insieme.

Il carciofo

Il carciofo è una fonte di ferro, vitamina C e vitamina K. Possiede proprietà considerate depurative grazie anche alla cinanina, che inibisce l’ossidazione del colesterolo. Viene consigliato per il benessere di fegato, reni e cistifellea. In cucina si può consumare anche crudo, tagliato a julienne sottile e condito con sale, olio e limone.

Gli spinaci

Gli spinaci, invece, non contengono ferro in abbondanza, come è stato tramandato a causa di un errore nella trascrizione della sua quantità, ma contengono luteina, che è utile per il benessere degli occhi. Inoltre, sono ottimi contro la stitichezza grazie alle fibre e contengono acido folico, una forma della vitamina B9 utile soprattutto alle gestanti e alle donne che desiderano una gravidanza.

La zucca

La zucca, tipica del periodo e buonissima per ottime vellutate e risotti, è una verdura con poche calorie - come quasi tutte le verdure - dal sapore molto dolce. Contiene carotene, utile per produrre vitamina A, antiossidante e antinfiammatoria. Contiene infine anche vitamina C e vitamina B1 insieme calcio, fosforo, sodio e potassio. La curcubitina, di cui la zucca è ricca, è utile per il benessere dell’apparato urinario.

Il broccolo

Infine, tra le verdure, il broccolo è ricchissimo di fibre, vitamine e sali minerali, non contiene grassi e ha una buona componente proteica. Nel broccolo troviamo vitamina C, betacarotene, vitamina E, vitamina K e vitamine del gruppo B oltre a calcio, potassio, fosforo, ferro, magnesio e zinco. Quindi è amico della salute dell’intestino ma anche dell’apparato respiratorio, ha proprietà antiossidanti e riduce il rischio di comparsa di tumori, ha una funzione anche nella riduzione dei sintomi dello stress. La vitamina C permette di assorbire e utilizzare il ferro.

Le castagne

Tra la frutta, ricordiamo invece che le castagne sono non solo buone e in alcuni casi costose e preparate in modo più goloso che sano (marron glacé), ma anche consigliate in caso di anemia soprattutto se bollite. Sono una fonte preziosa di energia, ma non sono grasse. Contengono potassio, fosforo, zolfo, sodio e magnesio, oltre all’acido folico, essenziale per la gravidanza.

Arance e mandarini

Infine, gli agrumi e in particolare arance e mandarini. Sono sicuramente la frutta più tipica del periodo e vale la pena farne incetta per i mesi freddi: famosi per il loro elevato contenuto in vitamina C, ma anche vitamina B1, vitamina B2 e vitamina B3. Utilizzati comunemente per prevenire raffreddore e sintomi influenzali. In particolare, le arance sono utili anche per le loro proprietà antinfiammatorie. Il limone è antiossidante e ha proprietà utili in caso di cattiva digestione e diarrea.

Perché è importante mangiare frutta e verdura di stagione

Uno dei consigli più importanti quando si parla di dieta mediterranea, ricca di frutta e verdura, è proprio quello di mangiare solo frutta e verdura di stagione, seguendo il ciclo naturale dell’avvicendarsi delle coltivazioni. Quindi a ottobre e novembre, la dieta prevede solo frutta e verdura autunnale.

Al supermercato capita di trovare frutta e verdura fuori stagione: pomodori quando inizia la primavera, zucchine e finocchi tutto l’anno. Questo è possibile sia perché il clima in Italia è molto variegato e quindi il confine stagionale, anche grazie ai trasporti, diventa più labile, sia per l’importazione da altri Paesi più caldi e infine anche per l’utilizzo di tecniche diverse e costose come le serre. Inoltre, la frutta viene colta in stagionalità prima della maturazione e stoccata in celle che permettono di ritardare questo processo, quindi spedita ovunque in tutta Italia. Il sapore è diverso ma non solo: i costi dei prodotti fuori stagione sono maggiori rispetto alle verdure e alla frutta stagionali.

Mangiare frutta e verdura di stagione è importante perché permette di variare l’alimentazione e la dieta e di seguire le esigenze del nostro organismo. In estate avremo frutta e verdura ricche di acqua e sali minerali che aiutano a idratare l’organismo nei giorni più caldi; in autunno e in inverno avremo frutta e verdura ricche di vitamina C, vitamine in generale, sali minerali e più nutrienti.

Quindi, ricapitolando:

  • È possibile trovare nei supermercati frutta e verdura fuori stagione. Non è grave concedersi un capriccio e la suddivisione non è così rigida; tuttavia, è bene imparare a conoscere il calendario delle verdure e della frutta di stagione.
  • I vantaggi di frutta e verdura di stagione sono essenzialmente tre:
  • Si risparmia. La verdura e la frutta fuori stagione costano perché sono costosi i processi che permettono di averla.
  • Fa bene alla salute! La frutta e la verdura di stagione sono ricche di ciò di cui il nostro organismo ha bisogno proprio in quel momento: acqua e sali minerali in estate e vitamine e nutrienti in inverno.
  • Fa bene all’ambiente. L’utilizzo di serre e di sistemi di stoccaggio artificiali richiede energia, consumo maggiore di fertilizzanti e pesticidi.

Un aiuto dagli integratori

La verdura e la frutta di stagione sono perfetti per garantire i nutrienti di cui abbiamo bisogno, ma ovviamente non basta.

Una dieta sana ed equilibrata non sempre è in grado di rispondere a tutte le esigenze del nostro organismo, per questo, in caso di carenze dovute a scarso consumo della verdura e della frutta “giusta”, a cotture che privano la verdura dei suoi elementi essenziali, a quantità non adeguate o anche a stress, situazioni debilitanti di salute sia fisica sia mentale, è importante supplire alle mancanze con gli integratori più adatti a noi, soprattutto in alcuni periodi dell’anno.

Nella stagione fredda, per esempio, oltre al supporto degli agrumi, è importante prevenire raffreddori e sintomi influenzali attraverso un’integrazione mirata che agisca rafforzando il sistema immunitario e le naturali difese dell’organismo.

Per questo vi consigliamo l’integratore per il sistema immunitario V / Defense. È un multivitaminico con formula studiata e messa a punto dagli esperti VitaVi contenente sette ingredienti selezionati e ad alto dosaggio.

Di questi sette ingredienti, quattro sono marchi registrati proprio per le loro caratteristiche uniche dovute a processi di preparazione che ne potenziano le proprietà.

In particolare, V/Defense contiene: Beta-glucani Betavia™, Folato Quatrefolic®, Vitamina D Vitashine™ vegana, Vitamina C, Vitamina B6, Zinco e Rame bisglicinato Albion Minerals®.

Tra questi i beta glucani Betavia™ sono studiati e utilizzati per un’azione specifica a favore del sistema immunitario. Sono stati ottenuti da un’alga, Euglena gracilis, essicata. Abbiamo inoltre il folato nella sua forma attiva metilata - metiltetraidrofolato - più facilmente assorbito dall’organismo, utile nelle donne in gravidanza o che stanno per pianificarne una. Rispetto all’acido folico assunto con la dieta, Quatrefolic® è immediatamente disponibile e assorbito senza necessità di venire attivato.

Ancora, tra le vitamine, importantissima la vitamina D3, ottenuta da un lichene particolare e adatta anche ai vegani. Questa vitamina, che ha bisogno del sole per essere sintetizzata nell’organismo, può essere carente in autunno e inverno. Vitashine™ vitamina D3 è quindi fondamentale anche per supportare il nostro sistema immunitario, insieme a rame e zinco della Albion Minerals®, anche qui la scelta di utilizzare i minerali chelati permette una maggior facilità di assorbimento e biodisponibilità.

Con un solo integratore alimentare, fate il pieno di nutrienti, vitamine e sali minerali che sostengono e supportano il sistema immunitario, così da mettersi al riparo da sintomi influenzali e raffreddore.


Articoli correlati

Lascia la tua email per ricevere articoli, promozioni e scoprire di più sul mondo VitaVi

Cliccando su "Iscriviti" dichiari di aver letto l'informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati.
torna su