conseguenze stress prolungato
Home
Cos’è lo stress prolungato e come contrastare le sue conseguenze
Benessere

Cos’è lo stress prolungato e come contrastare le sue conseguenze

Lo stress cronico ha conseguenze sulla nostra salute. Scopri cos’è, come riconoscere i sintomi e come contrastare gli effetti nocivi.

Redazione  VitaVi
Redazione VitaVi
Pubblicato il: 15/4/2022
5 min.

Chi non ha mai detto di sentirsi stressato? Quante volte pensiamo che le attività che portiamo avanti ogni giorno siano stressanti? Vediamo insieme cos’è, di preciso, lo stress e a quali conseguenze fisiche, emotive, sociali, mentali può portarci se non sappiamo riconoscerlo e affrontarlo nel modo giusto.

Cos’è lo stress

Scommetto che se controlli quante volte hai scritto “stress” sulle chat di WhatsApp, potresti restare sorpreso. Tante volte? Per cosa? Lavoro, famiglia, un litigio con il compagno o la compagna, un treno in ritardo, una bolletta da pagare a fatica… Lo stress coinvolge tutti noi e riguarda aspetti quotidiani, di vita comune. Non solo: lo stress può anche essere in qualche modo benevolo e utile. Per esempio, lo stress legato all’organizzazione di un matrimonio, quello che si avverte prima di un importante momento scolastico o lavorativo, quello che si prova per la nascita di un figlio. Anche lo stress per un colloquio con il capo ha un effetto positivo, poiché ci stimola a reagire e a trovare soluzioni così come lo stress di un’auto che inchioda davanti a noi ci porta a frenare di colpo.

Quello che può fare male, invece, sono la quantità e la cronicità. Se passiamo le nostre giornate con sensazioni di stress e queste giornate si susseguono per settimane e a volte anche mesi, allora potrebbero manifestarsi sintomi negativi e pericolosi per la nostra salute.

Non abbiamo ancora detto, tuttavia, cos’è lo stress.

Si tratta di una situazione esterna che il nostro corpo e la nostra mente percepisce come pericolosa, dannosa, ostile. Il nostro corpo reagisce a questa situazione attivando alcune risposte come, per esempio:

  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Respiro accelerato
  • Contrazione dei muscoli
  • Aumento della pressione sanguigna

Quindi, se è vero che la risposta allo stress è simile per tutti – tachicardia, affanno, pressione alta e muscoli contratti – è invece molto diverso per ciascuno di noi cosa causa tale risposta. Anche la gestione dello stress è differente da persona a persona. Alcuni non riescono a parlare in pubblico: questa situazione provoca stress e la risposta sintomatica e corporea che si attiva è abbastanza comune (battito accelerato, sudorazione, secchezza della bocca). Tra le cause principali vi è sicuramente lo stress da lavoro, il più comune e diffuso, ma anche quello legato alla preparazione del matrimonio, lo stress della gravidanza, quello per la laurea o prima di un esame importante.

Barattolo V / Ease
V / Ease
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.5

Scaccia le tensioni e ritrova il tuo equilibrio psicofisico. Nutri il buonumore!

I sintomi dello stress prolungato o cronico

Come dicevamo la risposta a uno stress eccessivo può essere puntiforme e legata a quel preciso evento: la tachicardia della discussione della tesi di laurea, per esempio, oppure i muscoli contratti durante un importante colloquio di lavoro o ancora i pensieri ansiosi durante la gravidanza.

Se però ogni giorno e per periodi prolungati proviamo costantemente la sensazione di vivere davanti a pericoli, situazioni dannose e nocive o anche solo difficili, ecco che le conseguenze saranno più estese e anche più a rischio per la nostra salute.

I sintomi dello stress prolungato sono emotivi, fisici, cognitivi e comportamentali. Ci permettono di capire se stiamo attraversando un periodo di stress prolungato o cronico in modo da cercare di porvi rimedio prima che gli effetti di tale stress prolungato degenerino in nuovi disturbi.

  • A livello emotivo, chi soffre di stress cronico tende a sentirsi sopraffatto, come se si stesse perdendo il controllo. Ci si agita facilmente, si è inclini a sbalzi d’umore e al senso di frustrazione. La mente non si calma e non ci si rilassa. Si tende a isolarsi e a sentirsi soli, inutili, con un senso elevato di fallimento.
  • Se consideriamo i sintomi fisici, la persona stressata avrà un basso livello di energia, si sentirà sempre stanca anche dopo aver dormito otto ore, soffrirà spesso di mal di testa, mal di stomaco, diarrea e nausea. Chi è stressato spesso è insonne, prova dolori al petto e ai muscoli, tende a digrignare i denti e a serrare le mascelle, le mani e i piedi sono sempre freddi e sudati. La persona che soffre di stress cronico va incontro a infezioni frequenti (raffreddore). La persona che “soffre di stress” ha un calo della libido.
  • A livello cognitivo, invece, lo stress prolungato provoca preoccupazione, pensieri ricorsivi, disorganizzazione, deficit nella memoria, scarsa concentrazione e pessimismo.
  • Infine, a livello comportamentale, si tende a mangiare troppo ed essere soggetti a fame nervosa oppure a non mangiare con conseguente dimagrimento da stress, si procrastina per evitare la situazione di pericolo, si abusa di alcol, droghe e sigarette, aumentano i tic nervosi come mangiarsi le unghie.

Le conseguenze dello stress prolungato o cronico

Questi sintomi, che sono il risultato di una condizione di stress prolungato (risposte sollecitate quotidianamente per lunghi periodi da eventi o situazioni percepite come pericolose) possono darci una serie non indifferente di problemi di salute: non sono altro che conseguenze dovute allo stress cronico o prolungato. In pratica, soffrire continuamente di stress - con i sintomi sopra elencati come campanello d’allarme - può portare effetti importanti sulla nostra salute, veri e propri disturbi collaterali.

  • Lo stress prolungato può avere effetti sulla salute mentale: i sintomi legati alla mente - come la mancanza di buon umore, gli sbalzi, il senso di sopraffazione e perdita di controllo - possono portare la persona che soffre di stress prolungato a soffrire anche di depressione, disturbi d’ansia e della personalità. Il cosiddetto esaurimento nervoso è un esempio tipico di conseguenza dello stress prolungato.
  • Lo stress prolungato, a causa della tachicardia e dei sintomi legati all’alimentazione, può portare a sviluppare malattie cardiovascolari, come ipertensione, infarti e ictus. L’aumento dei radicali liberi a seguito di stress prolungato, le notti insonni, la perdita di appetito o viceversa l’ingestione compulsiva legata al nervoso possono essere fattori scatenanti malattie di natura cardiovascolare.
  • Lo stress prolungato può dare origine a fame nervosa o fame da stress e portare a obesità e altri disturbi alimentari. In altri casi, invece, le persone che soffrono di stress cronico possono cadere in nausea da stress, inappetenza e dimagrimento da stress.
  • Problemi mestruali. Un forte stress può provocare la scomparsa delle mestruazioni, spesso legata al dimagrimento da stress o viceversa mestruazioni dolorose e abbondanti.
  • L’ansia da stress unita alla depressione può comportare l’insorgenza di disfunzioni sessuali, come l'impotenza e l'eiaculazione precoce negli uomini e la perdita del desiderio sessuale sia negli uomini sia nelle donne.
  • Lo stress è responsabile di alcuni dei più comuni problemi di pelle e capelli, come acne, psoriasi, eczema e alopecia.
  • Problemi gastrointestinali, come mal di stomaco da stress, nausea e diarrea da stress, reflusso gastroesofageo, gastrite, colite ulcerosa e colon irritabile.
codice sconto blog

Inserisci il codice BLOG20 al momento dell’acquisto per ottenere uno sconto del 20% sul tuo integratore preferito!

Come affrontare lo stress cronico

Lo stress è una componente quotidiana e “normale” della vita di tutti noi. Non possiamo evitare situazioni che ci appaiono come pericolose, rischiose, dannose o difficili. Non essendo una malattia, non esistono farmaci che siano in grado di curare lo stress.

Quello che si può fare, invece, è agire sui sintomi a seconda della loro gravità e del loro perdurare nel tempo. Per esempio, imparare a meditare e farlo ogni mattina. Se lo stress è cronico e vi è il rischio dell’insorgenza di uno o più problemi di salute (obesità, depressione, alopecia, psoriasi, pressione alta…), allora è opportuno rivolgersi al medico curante per valutare sia la psicoterapia sia la terapia farmacologica (rivolta a depressione e ansia, per esempio).

Conoscere i sintomi e le conseguenze è utile per capire quando e come rivolgersi al proprio medico e quando invece adottare una autoterapia consapevole basata sulla meditazione, le tecniche di rilassamento, l’utilizzo di integratori o anche sulla scelta di hobby e sport che permettano di scaricare la tensione.

Integratori contro lo stress

Oltre alle tecniche di meditazione e rilassamento, allo sport, alla dieta sana ed equilibrata che ci permette di avere a disposizione tutti i nutrienti micro e macro che servono al nostro organismo, possiamo utilizzare alcuni integratori alimentari per supplire a eventuali mancanze.

Quello che vi consigliamo in caso di stress, adatto per il rilassamento e il benessere mentale, nonché per il tono dell’umore, è V / Ease. Questo integratore per ansia e stress contiene 5 ingredienti selezionati. La formulazione è studiata appositamente per garantire benessere, rilassamento e controllo del tono dell’umore. Contiene infatti estratto di Melissa, estratto di Zafferano, Magnesio bisglicinato, Vitamina B6 e Triptofano.

Le proprietà rilassanti note della Melissa, che aiutano a contrastare insonnia e scarsa qualità del sonno, sono racchiuse nella Melissa Bluenesse®. Questo speciale attivo è estratto senza aggiungere conservanti, con un procedimento ad acqua che lo rende più ricco di quegli elementi bioattivi che svolgono proprio il compito di rilassare.

L’attivo Zafferano affron®, anch’esso estratto senza utilizzo di ingredienti chimici, agisce invece sul tono dell’umore, fondamentale per riuscire a rispondere al meglio agli stimoli esterni che possono portarci a soffrire di stress prolungato. È utile anche nei processi digestivi, che sono messi a dura prova in caso di stress cronico: la nausea da stress è una delle conseguenze più diffuse.

Sempre sull’umore agisce il triptofano, amminoacido essenziale precursore della serotonina, ormone chiamato della felicità o del buonumore. Completa la formula il Magnesio bisglicinato da Albion Minerals®, che, insieme alla vitamina B6, contribuisce sinergicamente alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento. Il magnesio utilizzato in questa formulazione, nella sua forma chelata, è altamente biodisponibile.

Con questo integratore alimentare facciamo il pieno di elementi e sostanze che aiutano il nostro umore, che alleviano stanchezza e affaticamento, che aiutano le nostre funzionalità digestive e il riposo. Per trovare un po’ di sollievo dai sintomi e dalle conseguenze dello stress prolungato.

Barattolo V / Ease
V / Ease
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.5

Scaccia le tensioni e ritrova il tuo equilibrio psicofisico. Nutri il buonumore!

Chi siamo? VitaVi!

Offriamo integratori alimentari e prodotti beauty per il tuo benessere fisico e mentale. Mettiamo la tua esperienza al centro e per questo siamo alla costante ricerca di soluzioni innovative per offrirti prodotti d’eccellenza, senza compromessi.

Scopri i prodotti

Articoli correlati

Prova i nostri integratori

torna su