Scopri VitaVi: integratori alimentari per il tuo benessere!

alimenti per riequilibrare la flora batterica intestinale
Home
7 consigli per riequilibrare la flora batterica intestinale
Benessere

7 consigli per riequilibrare la flora batterica intestinale

Stress, cambiamenti climatici, alimentazione scorretta possono minare il delicato equilibrio dell’intestino. Scopri 7 consigli per riequilibrare la flora batterica intestinale!

Antonella Lobraico
Antonella Lobraico
Pubblicato il: 23/12/2021
5 min.

Dietro all’apparato digerente e alle funzioni che esso svolge, c’è tanto di più. Negli ultimi anni le ricerche scientifiche si sono focalizzate in particolare sullo stretto legame che c’è tra intestino e umore, ma anche tra intestino e sistema immunitario, intestino e cervello.

L’intestino è più complesso di quanto si potrebbe immaginare. Al suo interno ci sono infatti oltre 400 specie batteriche che compongono quella che viene definita flora batterica intestinale. Si tratta di microrganismi tra cui batteri, virus, funghi, che in condizioni normali, vivono in equilibrio tra loro. Inoltre, la loro presenza è importante perché determina la buona salute dell’organismo.

Entriamo in contatto con questi microrganismi al momento del parto e con il trascorrere degli anni, l’intestino inizia a contenere diverse specie microbiche. Tuttavia, ci sono batteri buoni e batteri cattivi e per far sì che la flora batterica intestinale sia in equilibrio, è necessaria una preponderanza di batteri buoni, che viene alimentata da uno stile di vita sano, una dieta corretta e un benessere psicofisico generale.

Barattolo V / Ease
V / Ease
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.5

Scaccia le tensioni e ritrova il tuo equilibrio psicofisico. Nutri il buonumore!

A cosa serve la flora batterica nell’intestino

La flora batterica intestinale assolve a diverse funzioni tra cui:

  • supporta il sistema immunitario, dunque all’occorrenza ci difende dall’attacco esterno di batteri che causano malattie;
  • aiuta ad assorbire i nutrienti presenti nei cibi consumati;
  • supporta la buona salute del cervello, in quanto può influenzare anche il sistema nervoso centrale;
  • influisce sulla salute dell’intestino. Spesso, patologie a carico di questo organo, come la sindrome dell’intestino irritabile o malattie infiammatorie intestinali, sono legate a un cattivo funzionamento della flora batterica intestinale.

Flora intestinale alterata: sintomi

Quando i batteri cattivi prendono il sopravvento, viene a mancare l’equilibrio tra i ceppi batterici intestinali, causando una condizione che porta il nome di disbiosi. A questa, sono poi correlate diverse patologie, intestinali e non.

Inoltre, in base ai tipi di batteri in disequilibrio e a dove la disbiosi si verifica, si possono manifestare diversi sintomi tra cui:

  • mal di stomaco;
  • diarrea;
  • stitichezza;
  • prurito intimo;
  • gonfiore addominale;
  • alitosi;
  • difficoltà a urinare;
  • ansia;
  • affaticamento;
  • dolore al petto;
  • nausea.

In generale, una flora batterica alterata può essere il risultato di uno o più fattori tra cui:

  • alimentazione disordinata;
  • consumo eccessivo di alcolici;
  • infezioni al tratto gastrointestinale;
  • intolleranze alimentari o un cambiamento del proprio regime alimentare;
  • situazioni di stress e ansia che vanno ad indebolire il sistema immunitario;
  • assunzione di farmaci (ad esempio gli antibiotici) che agiscono influendo sulla flora intestinale;
  • cambiamenti climatici o della routine quotidiana.

Come ripristinare la flora batterica: 7 rimedi

Per migliorare la flora intestinale, è bene agire sui fattori di rischio, dunque sulle cause che possono provocare la disbiosi. Puoi quindi intervenire sullo stile di vita, adottando queste buone abitudini.

1. Limita le situazioni di stress

A volte è più facile a dirsi che a farsi, tuttavia una routine frenetica e stressante non giova all’intestino e di conseguenza all’intero organismo. Cerca quindi di ridurre, per quanto possibile, queste situazioni e ritagliati del tempo libero per te. Il segreto è trovare la propria routine per gestire i disturbi di ansia, ad esempio, puoi fare una passeggiata, dedicarti ai tuoi hobby preferiti, stare con i tuoi cari, rilassarti con un massaggio o sorseggiare una deliziosa tisana alla salvia. Essendo infatti ricca di sostanze che agiscono sull’infiammazione, questa tisana aiuta la digestione favorendo il naturale benessere dell’intestino.

2. Bevi, e non solo quando ne senti la necessità

L’acqua idrata l’organismo internamente ed esternamente. Ha inoltre effetti benefici anche sull’intestino in quanto ne promuove il benessere.

3. Controlla l’eventuale presenza di intolleranze alimentari

Il cibo è strettamente collegato all’intestino, quindi se accusi sintomi come gonfiore addominale, crampi, diarrea, reflusso, in maniera persistente o quando consumi determinati alimenti, meglio eseguire dei controlli. In questo modo, potrai modificare la tua dieta e sostenere l’intestino a stare bene. Hai mai sentito parlare di celiachia e malassorbimento dei micronutrienti? Ecco, patologie di questo genere e intolleranze alimentari possono limitare l’apporto di sostanze nutritive, quindi è bene riconoscerle e prenderle per tempo!

4. Dormi bene e a sufficienza

Un buon sonno, oltre ad aiutare ad affrontare al meglio la giornata, favorisce anche la salute dell’intestino. Non bastano però poche ore, ma almeno 7-8 ore a notte.

5. Segui un’alimentazione equilibrata

Passando per l’intestino, il cibo ha una grande influenza sul suo benessere. Una dieta sana ed equilibrata infatti, promuove l’equilibrio della flora batterica intestinale. In più, per mantenerlo sano, mastica bene il cibo e mangia lentamente: in questo modo favorirai la digestione.

Scarica l'eBook per un rinnovato equilibrio!
silvia

Tanti consigli sull’alimentazione e spunti per il tuo benessere a cura di Silvia Soligon, biologa nutrizionista e giornalista medico scientifica.

Cliccando su "Scarica l'ebook" dichiari di aver letto l'informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati.

6. Assumi antibiotici solo quando necessario

Gli antibiotici agiscono eliminando batteri buoni e batteri cattivi, indistintamente. Dunque, minano la buona salute della flora batterica intestinale. È preferibile quindi assumere questi farmaci solo sotto consiglio medico, avendo cura poi di ripristinare la flora batterica con l'assunzione, ad esempio, di probiotici, ovvero dei microrganismi vivi che se somministrati in quantità adeguate producono effetti benefici.

7. Mantieni un equilibrio nella tua routine

A volte, anche dei cambiamenti importanti nello stile di vita e nelle abitudini, possono avere ripercussioni sull’intestino e alterare la flora batterica intestinale. Cerca quindi di mantenere una regolarità nelle tue giornate, senza porti obiettivi eccessivi che possano stressarti e portare conseguenze negative sul benessere psico-fisico.

Cosa mangiare per ripristinare la flora batterica

Non tutti gli alimenti sono uguali, ecco perché se da una parte ci sono cibi sani che promuovono il benessere intestinale, dall’altra ce ne sono alcuni che potrebbero minarlo. Tra questi ultimi ci sono i cibi elaborati, quelli ricchi di sale e zuccheri aggiunti, quelli grassi.

Quali sono invece i cibi utili a ripristinare la flora batterica intestinale? Tra i principali troviamo:

  • frutta, verdura, legumi, fonte di fibre;
  • cereali, anch’essi ricchi di fibre;
  • cioccolato fondente, olio EVO, vino rosso, ricchi di polifenoli che stimolano la crescita di batteri buoni;
  • banane, carciofi, ricchi di prebiotici;
  • yogurt, crauti, kefir, ovvero cibi fermentati ricchi di batteri buoni. Lo yogurt poi, rigorosamente senza zuccheri aggiunti, migliora la composizione della flora batterica.

Integratori per promuovere la flora batterica intestinale

Come abbiamo visto, la salute dell’intestino dipende soprattutto dal nostro stile di vita. Tuttavia, capita a tutti di affrontare periodi più o meno stressanti e questo può ripercuotersi sul benessere fisico e mentale.

L’organismo infatti, in queste situazioni, mette in moto una reazione psicofisica che genera uno stato di tensione. Come possiamo supportarlo? Limitando il più possibile queste condizioni e affrontandole al meglio.

Un aiuto in più, può arrivare anche dall’assunzione del nostro integratore per ansia e stress V / Ease, pensato proprio per favorire il benessere mentale e il rilassamento, grazie alla presenza di 5 ingredienti. Nello specifico:

  • l’estratto secco di Melissa e quello di Zafferano contribuiscono al normale tono dell’umore e favoriscono la motilità gastrointestinale. La melissa è ricca di flavonoidi - tra cui acido caffeico e rosmarinico, che favoriscono un effetto positivo sull’organismo, e agisce in modo mirato sulla funzione digestiva, favorendo l’eliminazione dei gas. Lo zafferano invece, contiene molecole bioattive come crocina e safranale che agiscono sull'apparato digerente supportando la funzione digestiva grazie alla loro azione antiossidante;
  • la Vitamina B6 e il Magnesio favoriscono il buon funzionamento del sistema nervoso e aiutano a ridurre la stanchezza;
  • il Triptofano sostiene il benessere mentale e favorisce il rilassamento.
Barattolo V / Ease
V / Ease
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
Stelline di trustpilot
4.5

Scaccia le tensioni e ritrova il tuo equilibrio psicofisico. Nutri il buonumore!

In generale quindi, possiamo prenderci cura del nostro benessere intestinale curando l’alimentazione e seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato.

Chi siamo? VitaVi!

Offriamo integratori alimentari e prodotti beauty per il tuo benessere fisico e mentale. Mettiamo la tua esperienza al centro e per questo siamo alla costante ricerca di soluzioni innovative per offrirti prodotti d’eccellenza, senza compromessi.

Scopri i prodotti

Articoli correlati

Prova i nostri integratori

torna su