come alleviare il mal di testa
Home
Soffri di mal di testa? 6 rimedi naturali per alleviarlo

Soffri di mal di testa? 6 rimedi naturali per alleviarlo

Esistono tanti tipi di mal di testa, ma fortunatamente altrettanti rimedi naturali per combatterlo e prevenirlo! Scopriamo subito quali tecniche adoperare al prossimo attacco di cefalea!

Silvia Chiafele
Silvia Chiafele
Pubblicato il: 10/11/2021
4 min.

Il mal di testa è la prima scusa che viene in mente per tutte quelle attività che preferiremmo non fare. Come mai? Perché il mal di testa è uno dei mali più comuni e diffusi tra la popolazione. Ecco allora, una breve descrizione delle varie tipologie di mal di testa, le cause e i sintomi che lo caratterizzano. E visto che ci siamo, vediamo i rimedi naturali per eliminare questo fastidioso malessere non appena sopraggiunge sul serio!

Tipologie, sintomi e cause del mal di testa

Il mal di testa è una tensione provata a livello di testa, collo e spalle, che in linea generale prende il nome di cefalea. Tuttavia, esistono almeno 150 sottotipi di mal di testa e altrettanti sistemi per classificarli; per semplificare, ci affideremo alla nomenclatura approvata anche dall’OMS, la quale suddivide i mal di testa in:

  • cefalee primarie, provocate dalla combinazione di diverse cause scatenanti e classificate in base ai sintomi in cefalee tensive, a grappolo o emicranie. Queste sono spesso dipendenti da scorrette abitudini di vita, da specifiche reazioni ormonali e da fattori ambientali.
  • cefalee secondarie, derivate da un’associazione di altre condizioni patologiche (come l’otite e la sinusite), che fanno del mal di testa un loro sintomo e vengono distinte per eziologia (ovvero lo studio delle cause che generano il mal di testa).
  • nevralgie craniche, dolori facciali e altri tipi di cefalee, che si verificano principalmente dopo l'infiammazione dei nervi cranici e cervicali.

Al di là di questa classificazione, il mal di testa si presenta come un’infiammazione e una contrazione involontaria e continua dei muscoli, accompagnata da un dolore più o meno forte percepito come un cerchio alla testa, localizzato in specifiche zone della testa (occipitali, orbitali, laterali, frontali) oppure distribuito uniformemente. In altri casi, si manifesta in seguito ad una modificazione dei vasi sanguigni che arrivano al cervello (un restringimento, una dilatazione, una compressione). A questa tensione si possono accompagnare anche altri sintomi, tra cui:

  • senso di nausea e vomito;
  • sensibilità alla luce, al suono o agli odori (è il cosiddetto mal di testa con aura);
  • disturbi visivi, sensoriali, della parola e altri sintomi neurologici;
  • lacrimazione, occhi rossi, rinorrea e congestione nasale.

Data l’ampia letteratura a riguardo non è sempre facile comprendere da cosa è causato il mal di testa, ma nella maggioranza dei casi possiamo affermare che ad incidere sono un mix di fattori, che includono la predisposizione genetica, fattori ambientali e altre situazioni particolari. Ecco alcune cause scatenanti il mal di testa:

  • momenti di stress, ansia e stati di depressione;
  • postura scorretta o sforzi fisici elevati;
  • squilibri ormonali (come nel caso di emicrania mestruale) o disturbi nervosi che coinvolgono l’ipotalamo, responsabile di diverse funzioni somatiche, tra cui la regolazione del ciclo sonno-veglia e dell’appetito;
  • cause ambientali, come le elevate temperature che potrebbero portare al classico mal di testa da caldo;
  • disidratazione e alimentazione scorretta, che causano ad esempio un eccesso di zuccheri nel sangue o carenze di vitamine o sali minerali essenziali;
  • cattivo riposo e casi di insonnia;
  • abuso di fumo e alcol.

E quanto può durare un mal di testa? Anche in questo caso è difficile definire la quantità, ma generalmente va da un minino di qualche minuto ad una settimana, mentre nei casi più gravi, in particolare per la cefalea a grappolo, può estendersi fino ad un paio di mesi. Il mal di testa potrebbe manifestarsi, poi, in modo lieve oppure così forte da impedire lo svolgimento delle normali attività quotidiane.

6 rimedi naturali per il mal di testa

Scopriamo quali sono i migliori metodi per far passare il mal di testa in modo del tutto naturale!

Eseguire della termoterapia e crioterapia

A qualcuno piace caldo e a qualcuno piace freddo! Farsi dei bagni caldi, magari aggiungendo un ramo di rosmarino per aumentare il relax, e bagnarsi con una pezzuola di acqua calda possono essere dei semplici metodi per far passare il mal di testa. Ugualmente, inumidirsi i polsi, la testa e il collo con dell’acqua fredda può diminuire il dolore alle tempie; in alternativa, puoi imbibire una benda o una garza di acqua fresca e aromi profumati (si consigliano in particolare gli olii essenziali alla lavanda o alla menta) per curare il mal di testa in modo semplice e veloce. Ricordati poi che l’acqua è fondamentale anche se bevuta, dato che il mal di testa potrebbe sopraggiungere anche in caso di disidratazione!

Bere delle tisane calmanti

Riallacciandoci all’importanza di bere acqua e assumere liquidi, anche preparare delle tisane calmanti può rispondere al nostro bisogno di trovare un rimedio immediato all’emicrania. Tra i migliori ingredienti per calmare un forte mal di testa vi segnaliamo allora: lo zenzero, un vecchio rimedio della nonna efficace contro il mal di testa, oltre che un ottimo detox da assumere dopo i pasti come tisana sgonfia pancia; la vaniglia, adatta a curare la cefalea e l’emicrania e buonissima da aggiungere ai tuoi infusi preferiti.

Non possono mancare, inoltre, le tisane alla passiflora, ai fiori di arancio, alla valeriana, alla camomilla e infine alla melissa, il cui estratto è tra l’altro utilizzato per la formulazione di alcuni integratori alimentari proprio per la sua comprovata azione rilassante e calmante. Ecco allora che V / Ease, l’integratore per il rilassamento e il benessere mentale appare estremamente adatto anche come rimedio naturale per il mal di testa, agendo sul funzionamento del sistema nervoso, grazie alla presenza della vitamina B6, che insieme al magnesio, riducono la stanchezza e l’affaticamento, e grazie alla melissa e allo zafferano, che favoriscono il benessere psicofisico e regolano il tono dell’umore.

Praticare dei massaggi mirati

Come alleviare il mal di testa con dei massaggi? Ci sono almeno due metodi efficaci per alleviare l’emicrania: tramite la digitopressione e l’automassaggio si può agire sia nella zona che interessa la fronte o le tempie, sia in quella immediatamente inferiore alla nuca, dove si trovano le sporgenze ossee.

Nel primo caso bisogna poggiare pollice e indice e premere la fronte o le tempie il più possibile, scendendo fino alle sopracciglia, per poi rilasciare gradualmente; nel secondo caso, si deve esercitare una delicata pressione con i pollici. Entrambe le tecniche sono massaggi da ripetere più volte e risultano efficaci anche per curare i mal di testa frequenti, dato che rilassano la muscolatura in tensione e agiscono direttamente su tessuti connettivi e sulle zone riflesse (riflessoterapia).

Eseguire delle tecniche di respirazione

Un ottimo rimedio naturale contro il mal di testa è la respirazione controllata, che deriva direttamente dalle pratiche yoga. Quando arriva il mal di testa, chiudi la narice destra e inspira ed espira profondamente per qualche secondo con la narice sinistra (quella legata al rilassamento). L’esercizio di respirazione per far passare il mal di testa è da effettuare ad occhi chiusi, con la schiena dritta, in posizione rilassata. Questo esercizio con narici alternate per regolare l’energia fisica, mentale e vitale è classificato anche come una delle migliori tecniche di respirazione contro ansia e stress.

Dedicarsi ad un’attività sportiva

Lo sport è sempre un toccasana per il metabolismo e per la salute in generale; così anche praticare una semplice attività sportiva quando si soffre di mal di testa potrebbe essere un valido rimedio per combattere il disturbo, dato che permette di migliorare la respirazione, la circolazione sanguigna e l’apporto di ossigeno. Lo sport come il nuoto, il ciclismo, la corsa, lo yoga oppure un semplice stretching, infatti, porta ad un rilassamento muscolare che va ad incidere anche sulla cefalea, rilasciando endorfine. Tuttavia, tra le attività motorie da evitare, soprattutto se il mal di testa è davvero intenso, vi sono tutti quegli sport che richiedono uno sforzo eccessivo e prolungato, come il sollevamento pesi.

Assumere degli alimenti specifici

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per curare il mal di testa, sia per prevenirlo sia per eliminare il disturbo; tenendo conto che alcuni cibi possono addirittura incentivare lo sviluppo delle fastidiose emicranie, come nel caso di quelli ad alto rilascio di istamina, tra cui pomodori, agrumi, banane, cioccolato, caffè, alcol contenente solfiti (conservanti in grado di scatenare il mal di testa), glutammato dei dadi confezionati, alcuni latticini, la carne rossa, ecc. Nella dieta anti-cefalea allora, non possono mancare:

  • carboidrati di tipo complesso, meglio ancora se integrali, perché ricchi di vitamine del gruppo B (pasta, riso, pane). Oltre a fornire l’energia necessaria e serotonina, questi macronutrienti favoriscono il relax e prevengono i mal di testa;
  • proteine leggere contenute negli alimenti non conservati, come carne bianca e pesce. Il cibo in scatola, invece, contiene nitrati che possono generare cefalee ed emicranie dovute ad una cattiva digestione;
  • vegetali come frutta, verdura e legumi, che sono un’ottima fonte di vitamine e sali minerali. Il magnesio contenuto nelle mandorle e nei legumi, e il potassio, di cui le patate sono ricche, sono indispensabili per attenuare alcune tipologie di mal di testa (quello da ciclo o da sindrome premestruale in primis) e contribuiscono all’idratazione, altro fattore che se viene a mancare può favorire lo sviluppo di cefalee. Via libera allora a centrifugati e frullati!
  • antidolorifici naturali come lo zenzero e il peperoncino, in grado di fornire una buona soluzione per il mal di testa forte.

Abbiamo visto cosa fare per il mal di testa e alcuni rimedi naturali per alleviare le cefalee più comuni, in modo da essere preparato per la prossima volta che giungerà in modo lieve o persistente, oppure quando vorrai essere più convincente con l’ennesima scusa per non uscire. Hai già provato con: “Scusate! Ho un mal di testa allucinante, mi sa che mi immergerò in un bagno caldo per farmelo passare.”?


Articoli correlati

Lascia la tua email per ricevere articoli, promozioni e scoprire di più sul mondo VitaVi

Cliccando su "Iscriviti" dichiari di aver letto l'informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati.
torna su